facebook

Il principale fornitore svizzero di tutto ciò che riguarda i palloncini. Consegna rapida | pagamento sicuro

Informazioni sull'elio per palloncini

Istruzioni di sicurezza
Bombole di elio per palloncini  

Oltre alle informazioni riportate di seguito, leggere anche i seguenti documenti del costruttore:

Scheda di prodotto (in tedesco)
Scheda di sicurezza

NOTARE BENE

  • Le bombole di elio per palloncini sono contenitori sotto pressione. Maneggiarle quindi con la dovuta cautela, non farle cadere e non rimuovere l'etichetta del prodotto per nessuna ragione.
  • Assicurare sempre le bombole di gas contro il ribaltamento e la caduta.
  • L'elio per palloncini non deve essere inalato, poiché può causare asfissia.

 

Trasporto

Se il contenuto non supera i 300 litri, le bombole di elio per palloncini possono essere trasportate in automobile o con il camion, assicurandole adeguatamente contro lo scivolamento, il rotolamento e il ribaltamento. Le bombole in acciaio possono essere trasportate disposte in posizione orizzontale o verticale. Le bombole Genie devono essere trasportate soltanto in posizione verticale. Utilizzare in ogni caso dispositivi appropriati anche per il trasporto su brevi tragitti.

Gestione delle bombole in acciaio

  • Conservare le bombole sempre con il tappo di sicurezza in acciaio avvitato e al riparo dai raggi del sole.
  • Disposizione orizzontale: su una base appropriata, assicurate contro il rotolamento
  • Disposizione verticale: assicurate contro il ribaltamento e la caduta

 

Gestione delle bombole Genie

  • Sempre senza valvola di gonfiaggio avvitata e al riparo dai raggi del sole
  • Disposizione verticale: le bombole sono realizzate in modo tale da non ribaltarsi, se disposte su una base piana

 

Sequenza di montaggio della bombola in acciaio

  1. Assicurare la bombola contro il ribaltamento e la caduta sul luogo di impiego (con un piedistallo "Ufo" o legandola a un elemento appropriato)
  2. Svitare, se presente, il tappo di protezione in acciaio
  3. Rimuovere il sigillo (tappo in plastica posto sull'uscita del gas)
  4. Avvitare la valvola di gonfiaggio attenendosi alle istruzioni d'uso

 

Sequenza di montaggio della bombola Genie

  1. Disporre la bombola Genie su una base piana e fissa
  2. Rimuovere il sigillo (tappo in plastica posto sull'uscita del gas)
  3. Avvitare la valvola di gonfiaggio attenendosi alle istruzioni d'uso

 

Sequenza di smontaggio della bombola in acciaio

  1. Svitare la valvola di gonfiaggio attenendosi alle istruzioni d'uso
  2. Avvitare, se presente, il tappo di protezione in acciaio
  3. Adesso è possibile rimuovere e trasportare la bombola di gas

 

Sequenza di smontaggio della bombola Genie

  1. Svitare la valvola di gonfiaggio attenendosi alle istruzioni d'uso
  2. Adesso è possibile rimuovere e trasportare la bombola di gas

 

Consigli per l'uso

Se le bombole di elio per palloncini vengono utilizzate in un luogo pubblico, fare attenzione a scegliere una postazione appropriata. Disporle possibilmente vicino ad aree di passaggio, tuttavia non direttamente in esse poiché ciò potrebbe dare luogo a incidenti involontari.

Informazioni generali sull'elio

L'elio (dal greco antico ἥλιος hélios "sole") è l'elemento chimico che ha come numero atomico 2. Il suo simbolo è He. Nella tavola periodica si trova nel gruppo 18 (ex gruppo VIII A) per cui fa parte dei gas nobili. È incolore, inodore, insapore e non è tossico.

Caratteristiche fisich

L'elio resta gassoso fino a temperature bassissime e passa allo stato liquido a temperature prossime allo zero assoluto. È l'unica sostanza che, in condizioni di pressione normale, non diventa solida nemmeno al raggiungimento dello zero assoluto (0 K ovvero −273,15 °C). Data la velocità del suono più elevata rispetto all'aria, l'inalazione di elio dà luogo a brevi alterazioni della voce (vocina da "topolino" - si sconsiglia qualsiasi esperimento poiché alte concentrazioni di elio possono dare luogo ad asfissia).

Giacimenti

L'elio è presente nei giacimenti di gas naturale in concentrazioni fino ad una percentuale volumetrica pari al 16%, per cui può essere ottenuto tramite una speciale distillazione.

Utilizzo

L'elio viene impiegato nell'ambito delle tecnologie a bassa temperatura, in particolare come refrigerante per magneti superconduttori (ad es. tomografia a risonanza magnetica MRT, risonanza magnetica nucleare NMR, fisica delle particelle, ad es. al CERN di Ginevra). L'elio viene anche utilizzato per apparati respiratori ad alta pressione per immersioni profonde, per risalire all'età delle rocce, come gas per palloncini, come gas portante per dirigibili e come gas di protezione per svariate applicazioni industriali (ad esempio per la saldatura di metalli a gas inerte e per la produzione di wafer di silicio).

Estrazione artificiale

Il gas naturale con una concentrazione di elio a partire dallo 0,2% è il fornitore maggiore e più importante dal punto di vista economico. Grazie al suo punto di ebollizione molto basso, l'elio può essere separato anche da altre sostanze, quali idrocarburi e composti di azoto, sottoponendo il gas naturale ad un processo di intenso raffreddamento.

Per molti anni, gli USA hanno prodotto oltre il 90 % dell'elio destinato all’uso commerciale nel mondo. Nel 1995 furono prodotti negli USA un miliardo di metri cubi di elio. La parte restante fu fornita dagli impianti estrattivi di Canada, Polonia, Russia (dove i grandi giacimenti si trovano in aree inaccessibili della Siberia). Con il nuovo millennio si sono aggiunti Algeria e Qatar. L'Algeria si è evoluta in tempi rapidi a secondo fornitore di elio più importante. Nel 2002 ha prodotto il 16 % dell'elio venduto nel mondo. In Algeria, l'elio viene ottenuto dalla liquefazione del gas naturale.

Sviluppi del mercato e del prezzo

Nel 2004, ad Amarillo, in Texas, giaceva un quantitativo di elio dieci volte superiore al fabbisogno mondiale annuo. Questa riserva strategica del governo statunitense è stata dovuta vendere sul mercato privato entro il 2015, come stabilito dalla legge "Helium Privatization Act" approvata dal Congresso nel 1996 sotto l'amministrazione Clinton.

L'eccesso di offerta fece scendere il prezzo dell'elio dando luogo ad un uso superfluo e all'assenza di misure di risparmio per un lungo periodo. Dato però che il consumo cresce continuamente e l'elio rischia di scarseggiare, la realizzazione di impianti di recupero da parte dei grandi consumatori rappresenta ad oggi una realtà sempre più consistente. Gli esperti mettono addirittura in guardia sul rischio di esaurimento di questa risorsa preziosa.

Uso

  • Miscela di elio e ossigeno come gas respiratorio nel settore della medicina intensiva
  • Miscele con elio come gas respiratorio per immersioni professionali
  • Come gas propellente o per il confezionamento nel settore dell'industria alimentare
  • Come gas portante per palloncini e dirigibili. L'elio è un gas a bassissima concentrazione, non è infiammabile e, se miscelato con aria, non è esplosivo. Ha ampiamente sostituto l'idrogeno sebbene presenti una densità maggiore e quindi anche una forza portante minore. I requisiti tecnici richiesti all'involucro sono maggiori rispetto agli altri gas a causa della elevata velocità di diffusione
  • Allo stato puro o come miscela nel settore della saldatura
  • Elio tecnicamente liquido come refrigerante per raggiungere temperature molto basse

Elio per palloncini

Per usi professionali (ad es.medici) si applicano i livelli qualitativi 4.6 (purezza 99.996 Vol.-%) a 7.0 (purezza 99.996 Vol.-%). L'elio per palloncini ha una concentrazione del 95% per cui può essere utilizzato soltanto come gas di gonfiaggio e applicazioni simili.

Sviluppo del prezzo dell'elio per palloncini

La domanda in continua crescita e le disponibilità molto limitate daranno luogo ad un considerevole aumento anche del prezzo dell'elio per palloncini.